fbpx
Via Monserrato n°110 - Catania

LA SOLIDARIETÀ DIGITALE. Prendersi cura degli altri con la Cultura e con la Rete.

Si dibatte sempre più insistentemente, in questi giorni, dell’importanza della cultura digitale.

La cultura digitale è la cultura che si è sviluppata grazie alle nuove tecnologie (soprattutto con la nascita di Internet) ma il termine, usato a volte impropriamente, ci indica in questo momento la necessità di fruire costantemente della cultura in modo alternativo, anche se, ammettiamolo, in un’epoca ormai completamente digitalizzata questo “alternativo” potrebbe risultare anacronistico. Potremmo perciò meglio dire: fruire della cultura come non eravamo abituati a fare completamente

L’emergenza che il Coronavirus ha scatenato in Italia e nel Mondo verrà di certo ricordata come propulsore di un reale cambiamento, come una vera e propria rivoluzione nella nostra vita, anche in termini di apprendimento.

In questo momento di chiusura totale di tutte le scuole e Università, la necessità di fruire della cultura non rimane una sola necessità avvertita dagli studenti, anzi, oggi più che mai, ci viene suggerito di dedicare il tempo del restare a casa, alla lettura, allo studio e alla cultura in generale.

I palinsesti televisivi cambiano e considerata la chiusura temporanea delle librerie, biblioteche, musei, siti culturali sono state decine le case editrici che hanno messo a disposizione abbonamenti gratuiti a riviste, migliaia sono i siti che permettono di scaricare libri sia gratuitamente sia con considerevoli sconti; sono già disponibili milioni di titoli online di ebook, audiolibri, periodici e immagini, a disposizione dei lettori di tutte le età. Così come è possibile accedere a molte biblioteche o musei di tutta Italia direttamente dal divano di casa nostra.

In Italia tra tutte le bellissime iniziative di cultura solidale locali che si possono trovare sulle pagine social legate al nostro territorio, c’è da segnalare sopra tutte quella del Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, con supporto tecnico dell’Agenzia per l’Italia Digitale, con finalità la riduzione dell'impatto sociale ed economico del nuovo Covid-19.

Sono molteplici le soluzioni disponibili, con il comune obiettivo di migliorare la vita delle persone e delle famiglie, ma anche delle imprese, che in questo momento si vedono costrette a cambiare le rispettive abitudini quotidiane, consentendo loro di lavorare da remoto, lo smart working, attraverso una connettività rapida e gratuita e ricorrendo all’utilizzo di piattaforme avanzate; leggere gratuitamente un giornale anche senza andare in edicola (ricordiamo che il commercio di giornali, riviste e periodici resta un’attività consentita dall’ultimo DPCM) ovvero un libro direttamente sul proprio smartphone o tablet; restare al passo con i percorsi scolastici e di formazione, grazie a piattaforme di e-learning, o ancora di poter visitare virtualmente e gratuitamente i più importanti musei.

Se un’azienda o un’associazione volesse proporre un servizio digitale completamente gratuito ai cittadini, è possibile compilare l’apposito form disponibile sul sito di solidarietà digitale.

Tra le aziende che hanno finora aderito figurano le principali compagnie di telefonia mobile, con offerte di traffico illimitato, come la TIM, Treccani Scuola, il Gruppo Mondadori (10.000 e-book gratuiti, tra saggistica, narrativa, varia e libri per ragazzi).

Ma l’offerta, come dicevamo, riguarda anche i servizi per le imprese. E’ il caso, ad esempio, dell’azienda Primo Round che rende disponibile gratuitamente la propria piattaforma per webinar B2B, dedicata alle imprese che devono comunicare i propri prodotti e servizi ai clienti, permettendo di mantenere vive le relazioni commerciali in un periodo che sappiamo essere particolarmente critico per molte realtà imprenditoriali e per l’intero sistema economico del Paese.

Infine, notizia di ieri è che persino l’UNESCO ha messo a disposizione  centinaia di volumi, antiche mappe, manoscritti, lettere, fotografie e filmati da tutto il mondo. Il patrimonio digitale custodito dalla Biblioteca Mondiale dell’Unesco è davvero immenso e oggi abbiamo ne abbiamo libero accesso. Un’occasione unica per riscoprire le antiche radici comuni, nel segno dell’amicizia e soprattutto della solidarietà fra i popoli.

Ecco, possiamo dire quindi che la crisi sanitaria determinata dal virus ha quindi amplificato e rafforzato il ruolo delle tecnologie informatiche e della rete telematica nella nostra vita. Ci si rende sempre più conto che la rete, oltre a essere luogo di scambio di informazione e disinformazione, di opinioni, da qualche settimana è diventato lo strumento per la diffusione di cultura, di insegnamenti, di didattica e di lavoro. E di solidarietà.

Il rimanere a casa ci fa scoprire che si possono realizzare convergenze di strumenti prima inimmaginabili, la tradizione e l'innovazione che si fondono per dare spazio alla urgenza dei sentimenti sociali diffusi. L’Italia saprà essere protagonista di questa innovazione e soprattutto della capacità di sapersi prendersi cura dell'altro anche attraverso la cultura, anche attraverso la rete.

(Articolo scritto da Aurora Lipera)


Formazione Manageriale
Business School d’eccellenza per i professionisti di domani
Privacy Policy
Newsletter
Iscriviti alla newsletter
I nostri social
Accreditamenti
© 2020 Yes Management  P. IVA 05506590875
map-marker
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram